La Storia conosciuta di Rudy Guede autore Patrick King

january 25 2013

views: 277

Secondo Nina Burliegh, autore di un dono fatale della bellezza: il Trials of Amanda Knox, Rudy Hermann Guede è nato la vigilia di Natale 1985 ad Agou, una cittadina sulla Costa d’Avorio dell’Africa vicino alla città di Abidjan. Suo padre, Roger Guede, era dal clan Bete, una tribù cristiana in Costa d’Avorio, dove la cultura è fortemente divisa tra cristiani e musulmani. Anche se era cristiano, Roger Guede era un poligamo praticante e Rudy ha un fratellastro in Agou, nato poche settimane dopo la nascita di Rudy.

La madre di Rudy sembra non essere stata molto materna. Rudy è stato lasciato a vivere, già da bambino, con la sorella di suo padre, Georgette, che era il suo unico vero genitore. La madre di Rudy non ha mai avuto altri figli e fa la sua vita oggi come una mercante di romanzi in un bizzarro Abidjan.

La Costa d’Avorio è una zona di lingua francese dell’Africa, così Rudy è cresciuto fino all’età di 5, di lingua francese e patois.

Padre Roger Guede era un ufficiale di grado nell’esercito Costa d’Avorio. Roger aveva un talento per i numeri e si allenava in un collegio per la matematica, quando suo padre morì improvvisamente. Dopo la morte del padre, non c’erano fondi sufficienti per Roger di continuare la sua educazione. Era amaramente deluso e credeva che se poteva emigrare in Russia sarebbe stato in grado di completare la laurea con l’assistenza del governo di quel paese. Non era, tuttavia, in grado di ottenere un visto per la Russia.

Qualcuno gli consigliò che un visto russo potrebbe essere più facile da ottenere se avesse potuto immigrare prima in Italia. Roger è arrivato in Italia nel novembre del 1987, ma presto capì che non gli sarebbe stato permesso di tornare in Russia. Roger si iscrisse ad una scuola di carpenteria, è diventò un tagliapietre e muratore e ha fatto una buona vita con questi traffici per 20 anni. Oggi possiede diverse case e immobili in Costa d’Avorio pagato con i soldi che guadagna col suo mestiere in Italia.

Roger ha portato Rudy a vivere a Perugia nel 1990, quando Rudy aveva 5 anni. A quanto pare aveva poco interesse per il bambino. L’insegnante di Rudy, Ivana Tiberi, notò che il bambino andava a scuola in inverno vestito con solo una maglietta e pantaloncini. La signora Tiberi, incontrando Roger Guede, capì che era troppo immaturo per prendersi cura di un bambino e insegnanti e genitori si organizzarono a turno per prendersi cura di Rudy dopo la scuola fino a quando suo padre, finiva di lavorare. Loro comprarono anche i vestiti per il bambino, soprattutto un bel vestito per la prima comunione. Il figlio della signora Tiberi, Gabriele, dieci anni più di Rudy, era come un fratello per lui e sembrava che ci tenesse profondamente a Rudy. Dice oggi di Rudy, che aveva molti amici e molte persone che lo amavano. Egli dice che Rudy era gentile, non ha mai espresso rabbia, e che era malinconico e non violento.

Tra le persone che lo amavano, però a quanto pare non c’era suo padre. Roger punì Rudy bloccandolo fuori di casa. Il bambino è stato visto spesso aggirarsi per le strade di Perugia a tarda notte. Rudy ha anche accusato il padre di abusi fisici, picchiandolo con un bastone, per esempio. Al momento dell’arresto di Rudy per l’omicidio Kercher, le guardie carcerarie furono istruite a negare l’accesso a suo padre.

Rudy trovato figure paterne sostitutive nel sacerdote che ha assistito la sua prima comunione, e diversi allenatori di pallacanestro che hanno riconosciuto un talento innato per questo sport nel ragazzo.

Nel 1997, all’età di 12 anni, Rudy tornò a Abidjan per spendere le vacanze con la madre. Qualunque cosa sia avvenuta durante quel viaggio, Rudy dopo rifiutò di tornare in quel posto per sempre.

Nel 2004, Roger ritornò nella Costa d’Avorio per una breve vacanza, e perse il suo passaporto. Rimase intrappolato in una rivolta islamica contro i cristiani, evitò per poco un’esecuzione, e non riuscì a tornare in Italia per 7 mesi.

Durante questo tempo, Rudy avrebbe dovuto vivere in Italia con la convivente di Roger, ma i due non si piacevano l’un l’altra. La moglie aveva diversi figli piccoli da parte sua e aveva poco tempo per un adolescente non cooperativo. Rudy era iscritto ad una scuola professionale elevata per il settore alberghiero. Smise di tornare a casa la sera e smise di andare a scuola.

Non c’è alcuna indicazione di cosa Rudy stava facendo in questo periodo o chi era con lui quando andò via di casa. Ancora una volta Ivana Tiberi è intervenuta per aiutarlo. Introdusse Rudy a Paolo Barbini, allenatore della squadra di basket di Perugia semipro. Rudy divenne un bene prezioso per la squadra. Dalla sua cella scrisse questa lettera a Barbini che la signora Burleigh usa come introduzione ad un capitolo:

“Cosa posso dire dei giochi che abbiamo vinto e perso insieme? E’ stato grande quando siamo andati via ai giochi nel minibus Mitico. Ci facemmo un sacco di risate a bordo con Segoloni, che mi ha chiamato “Cioccolatino” Dio, Che bei momenti … Mi ricordo anche quando hai portato a casa tua il piccolo cane tutto nero che hai trovato abbandonato e che spesso l’ho portato a fare una passeggiata … Cosa posso dire, Paolo? Ho molti ricordi, ma queste pagine non basterebbero … Vi ringrazio, Paolo, tua moglie e tuo figlio … Francesco (il fratello che avrei voluto avere). E il piccolo cane nero. ”

Attraverso il suo lavoro nella squadra di basket Rudy fece amicizia con il figlio di un ricco imprenditore, Paolo Caporali, titolare della società Liomatic, una società che ha fondato e ma principalmente per distributori automatici di caffè. Caporali è l’imprenditore più ricco di Perugia e Liomatic è proprietaria della squadra di basket, e la palestra in cui hanno giocato e si sono allenati. Rudy è diventato amico con i bambini, che, dopo la familiarizzazione con le circostanze di Rudy, firmarono una petizione al loro capo per adottare Rudy fino all’età di 18 anni. Rudy aveva 16 anni in questo momento.

Iliana Caporali era la sorella adottata da Rudy Guede per 3 anni. Lei lo ricorda come un dolce, ragazzo timido che ha paura del buio. Lei dice che Rudy era affettuoso, amava i cani, e tendeva ad essere un pò assente con la mente.

Paolo Caporali apparentemente trattatava Rudy come un membro della famiglia. Rudy imparò a vivere nella migliore società e si abituò alle cose comode e belle. Mandarono Rudy ad una scuola di matematica con un’auto ed un autista personale, ma quando non rendeva bene, mentì al riguardo. Caporali ingaggiò un tutor per aiutarlo a superare gli esami a scuola, ma il tutor chiamò a casa per informare Caporali che Rudy non veniva ai loro riunioni.

La scuola non era apparentemente una cosa in cui Rudy era bravo, Caporali prese il ragazzo, ormai quasi 18, e gli diede un lavoro come giardiniere, ma Rudy non sarebbe andato a lavorare comunque sia. Lui arrivava sempre in ritardo e mentiva su ciò che aveva fatto. Iliana Caporali osservò che sembrava che Rudy non sapeva riconoscere il bene dal male.

Quando Rudy aveva 18 anni, Caporali lo mandò via dalla casa e si rifiutò di permettergli di tornare indietro.

Rudy si trasferisce a Milano dove sua zia, Georgette, era immigrata. Era sposata con un uomo di nome Vincent, che a quanto pare piaceva a Rudy e svilupparono un buon rapporto con lui tutto l’inverno e la primavera del 2007. Rudy ebbe un lavoro in un bar ed era molto orgoglioso della sua uniforme. Cominciò a frequentarsi una ragazza italiana. Una notte in un night club, gli scattarono una fotografia con lui e Giorgio Armani, stilista di abiti per uomo. Era molto orgoglioso di questa foto, anche, ed è stato visto usare la foto come sfondo desktop del suo computer.

Nella primavera del 2007, tuttavia, aveva perso il lavoro in caffetteria e tornò a Perugia.

Con l’aiuto della signora Caporali, che aveva ancora affetto per lui, riuscì ad affittare un appartamento per studenti in via Canarino in Corso Garibaldi. Non ci sono indicazioni di quello che faceva per vivere in questo momento. Cominciò a lanciare se stesso nella vita degli studenti della città e qualche volta si spacciava agli studenti europei che non parlano bene l’inglese come un americano, Kevin Wade.

Rudy giocava a basket al campo da basket in Piazza Grimana, lato opposto della strada via Della Pergola n.7, dove era conosciuto da tutti i giocatori di basket, ma nessuno conosceva il suo vero nome. Alcuni lo chiamavano, Body Roga, dopo la star serba nel basket, Deja Bodiroga, ma la maggior parte lo chiamavano il Barone, perché trovavano difficoltà a pronunciare il nome Byron. Guede prese lo stesso stile, dopo la star dell’NBA, Byron Scott.

Sviluppò un’amicizia con uno studente americano, Victor Oleinikov, che era venuto da Seattle. Molti studenti di Seattle vengono a Perugia per completare la loro educazione linguistica, perché Seattle è detta essere “città sorella” di Perugia. Sebbene Oleinikov trovò Rudy essere piuttosto eccentrico e bizzarro, i due formano una forte amicizia e trascorsero molte serate insieme nei bar di Perugia e club . Rudy disse a Oleinikov che suo padre era un programmatore di computer a Firenze che gli dava un assegno settimanale. Oleinikov, di per sè, viveva del denaro dei suoi genitori a Seattle. Dice che mai una volta Rudy gli chiese dei soldi.

Oleinikov osservò che Rudy era un ballerino particolarmente fine e non aveva difficoltà a trovare delle ragazze che volevano ballare con lui. Oleinikov dice che le notizie che affermano che Rudy era raccapricciante sono completamente false. Una notte, quando andavano alla Domus club, tuttavia, il buttafuori, inspiegabilmente rifiutò di permettere l’ingresso a Rudy. Rudy accusa la gestione di razzismo, ma a quanto pare, c’erano molte cose nel suo nuovo amico Victor Oleinikov non imparano a quel tempo.

Rudy non voleva mai andare a casa ed era sempre felice di dormire sul pavimento dell’appartamento di Victor condiviso con compagni di stanza. Questo solo è diventato un problema quando Rudy iniziò ad avere disturbi del sonno molto strani. I suoi occhi erano normalmente cadenti e durante questi attacchi non si poteva dire se era sveglio o dormiva. Rudy si alzava nel mezzo della notte e, utilizzando un comò come una lavagna nera, teneva una lezione come se fosse un professore, passando senza continuità dall’italiano all’inglese. Gli studenti trovavano questa particolarmente inquietante. Quando si svegliava la mattina non aveva alcun ricordo di quegli eventi. Egli disse ai suoi amici che a casa sua dovette nascondere le chiavi da se stesso, perché tendeva ad alzarsi in questo stato e a vagare per le strade, solo per risvegliarsi diverse miglia da casa sua.

Ha anche avuto periodi in cui strisciava sul pavimento e abbaiava come un cane.

Dopo il suo arresto, questi comportamenti sono stati classificati come psicogeni o stato dissociativo Fugue, spesso associata ad un disturbo di personalità multipla e quasi sempre il risultato di un abuso sessuale e fisico durante l’infanzia.

Oleinikov dice anche che Rudy era un consumatore di droga leggera, diventando incapace anche con piccole quantità di hash. Egli osservò Rudy in molte occasioni addormentarsi seduto sul water ad ascoltare il suo iPod. Dice che Rudy esprimeva una paura mortale degli spacciatori che transitavano sui gradini della chiesa nella Piazza in centro. Ha spesso espresso la sua paura degli spacciatori di droga come un motivo per rimanere a casa degli studenti piuttosto che andare a casa a piedi da solo. Alla fine gli episodi di sonnambulismo diventarono troppo frequenti e invadenti e gli studenti lo espulsero. Oleinikov tornò a Seattle subito dopo questo evento.

Benché Rudy non ha mai chiesto ad Oleinikov di avere in prestito denaro, cercò di avere in prestito 10 € da un altro studente, due giorni prima dell’omicidio di Meredith Kercher.

Rudy aveva sviluppato un amicizia con i ragazzi italiani che vivevano al piano di sotto di Amanda Knox e Meredith Kercher. Nessuno di loro sembrava aver conosciuto il suo vero nome e dopo l’omicidio tutti cercarono di prendere le distanze e non introdurlo in casa. Rudy, lo stesso, parlò del suo incontro con Amanda Knox per la prima volta e fantasticò su di lei con gli altri ragazzi che vivevano nella casa. Quando conobbe Meredith Kercher, cosa che accadde durnate un piccolo raduno al piano terra, fu ugualmente molto attratto da lei.

Durante l’autunno del 2007, una serie di eventi divennero fattori di stress per Rudy Guede.

Il 27 settembre, barista, Christian Tremontano, fu svegliato nel cuore della notte da rumori di qualcuno che entrò nel suo appartamento. Andando al piano di sotto, Tremontano scoprì un giovane nero che avrebbe poi imparato che era Rudy Guede, che passava nei suoi averi. Essendo di fronte, Rudy prima afferrò una sedia per respingere Tremontano fuori, come farebbe un domatore di leoni, poi tirò un coltello dalla tasca sul Tramontano e riuscirono ad uscire dalla porta. Tremontano riportò il furto all’ufficiale di polizia, Monica Napoleoni che gli chiese di entrare a presentare un reclamo ufficiale. Quando Tremontano arrivò ​​alla stazione di polizia, la coda era troppo lunga e si arrese all’idea. Non era stato ferito e nulla era stato rubato.

Una notte Tremontano riconobbe Rudy at the Disco Domus e lo aveva fatto cacciare dal buttafuori. Tramontano prese anche a calci Rudy gettandolo fuori dal bar, Merlin, dove lui stesso lavorava.

In questo periodo a Milano, la proprietaria di un asilo nido di nome Maria Del Prato fece entrare nella scuola gli idraulici una mattina di Lunedi per consentire di completare un lavoro. Trovò la cucina essere un disastro totale. Qualcuno aveva preparato una grande quantità di cibo, pasta e spinaci surgelati, e lasciato la sporcizia per tutta la stanza, nel lavandino, su tutti i tavoli. Anche i pallet su cui i bambini facevano i loro sonnellini erano in disordine e, ovviamente, ci era stato lui a dormire. Inoltre, le mancavano 2000 €, il compenso per l’insegnamento che aveva accettato dai genitori il Venerdì precedente.

Il 13 ottobre, l’ufficio legale di Paolo Brocchi in via Del Roscetto a Perugia, fu saccheggiato dal cortile sul retro. L’allarme era stato disattivato e poi ruppero una finestra con una pietra per permettere l’ingresso dei ladri. L’autore accese il riscaldamento in modo che l’ufficio diventò soffocante. Portò via i cocci di vetro rotto della finestra, li portò in un’altra stanza, e li sistemò ordinatamente su una scrivania. Bevve una bibita Fanta dal frigorifero, 3 giacche erano sparse sul pavimento. Rubò dall’ufficio un computer portatile, telefoni cellulari, chiavette USB e una stampante.

Il 23 ottobre, Maria Mandu Diaz, che ha vissuto accanto a Rudy, stava preparando la Vendemmia, la festa del raccolto dell’uva, quando la polizia arrivò per informarla che casa sua a Perugia era stato gravemente danneggiata da un incendio e il suo gatto era stato ucciso nel rogo . I ladri erano entrati in casa attraverso la finestra e diedero inizio all’incendio al 3° piano gettando una sciarpa sopra una lampada. Cucinarono un pasto e gettarono cibo tutto intorno alla cucina. Hanno lasciato il fornello acceso e il frigo aperto. Un vigile del fuoco le ha commentato: “Hanno gozzovigliato”.

Il gatto era morto a causa dei ladri lasciando la porta aperta e chiudendo il suo rifugio.

Ms. Mandu-Diaz ha avuto anche il suo scrigno saccheggiato. Lei era più angosciata dalla perdita dell’orologio d’oro di sua madre che era insostituibile.

Ms. Mandu-Diaz conosceva Rudy casualmente, perché quando si cammina il suo cane, Rudy era spesso fuori dal suo appartamento, cercando di ottenere segnale col cellulare. Notò che era amichevole e coccolava il suo cane.

Di ritorno a Milano il 27 ottobre, Maria Del Prato entrò nel suo ufficio nella sua scuola materna per trovare un giovane nero sganciare il cavo al suo computer al fine di inserirlo in suo portatile. Questo è stato Rudy Guede e la signora Del Prato disse che era molto rilassato. Lui le consigliò di non preoccuparsi; non aveva preso nulla.

La signora Del Prato immediatamente chiamò la polizia alla quale Rudy raccontò la storia che gli era stato detto che poteva acquistare alloggio lì per 50 €. La polizia perquisì il suo zaino e trovò, insieme a un grosso coltello da cucina che aveva preso dalla cucina della scuola materna, un telefono portatile ed un cellulare, ed un orologio d’oro da donna. Il portatile è stato identificato come appartenente allo studio legale di Paolo Brocchi che era stato recentemente svaligiato. Rudy ha detto alla polizia che aveva comprato il portatile da un uomo alla stazione ferroviaria di Milano.

La polizia di Milano voleva tenere Rudy, ma il procuratore disse che aveva i casi più importanti e che Rudy era un problema di Perugia. Lo mandarono di nuovo a Perugia.

Lunedi mattina, Rudy si presentò presso gli uffici legali di Paolo Brocchi per scusarsi per aver tolto loro il portatile. Ancora una volta raccontò la storia dell’uomo alla stazione ferroviaria di Milano.

Il 31 ottobre, Rudy si vestì da vampiro e se ne andò a ballare con le giovani donne che vivevano al piano di sotto da lui. Se qualcuno lo ha visto con Meredith Kercher la notte, come egli sostiene, devono ancora farsi avanti. In 24 ore Meredith Kercher morì, il DNA di Rudy fu trovato nel suo corpo e la sua impronta di mano insanguinata sul cuscino dove Meredith era stesa.

Questo post è disponibile anche in: Inglese Tedesco Spagnolo

6 commenti su “La Storia conosciuta di Rudy Guede autore Patrick King

  1. Good Job !

    Rudy Guede gets more personal. I start slowly to have a little picture of him. Untill today I had a mad and bad Boy in my opinion, when i saw his face..To understand him and his way of behaving, we must first see, who he him, where he comes from, to understand, how he deals with the truth.
    Its very very hard to follow him, for everybody…and to understand, what his “Aim” is – even when you get the news, that he always says: “Amanda knows the Truth”..He is quiet and we get no information – the only way is now, to analyse hisself and his life, this post in very important for the whole issue ! This is not anylonger a Game just for HIS NEEDS..With this Posting, i start to see him as “human”, but still, i want him to talk !

  2. Raffaele, you should apply for an adsense account for this site & get a youtube channel which you can put adsense ads onto as well. You will be paid for clicks on the ads & it will help you gather funds for your upcoming defense needs. Thanks for posting this info about Rudy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *